....... ..........

BESTSELLER


martedì 3 settembre 2013

Gli uomini più ricchi del mondo

Carlos Slim Helù

Forbes ogni anno stila la classifica degli uomini più ricchi al mondo escludendo, dalla sua indagine, le famiglie reali o i dittatori.

Accade che alcuni tra i più ricchi compaiano anno dopo anno, variando la posizione anche in modo significativo tuttavia, a volte, fanno il loro ingresso nuovi imprenditori riusciti, nel giro di poco tempo, a inserirsi nella lista.

Allo stato attuale è Carlos Slim Helù la persona più ricca al mondo; imprenditore messicano di origini libanesi, classe 1940, ha un patrimonio stimato pari a 73 miliardi di dollari. Le sue attività spaziano in vari campi, si parte dall’amministrazione della Telmex, che opera nel settore delle comunicazioni, si passa alla proprietà dell’América Mòvil, operatore di telefonia mobile messicana, e si arriva al Gruppo Carso che opera in differenti settori. Possiede banche, ristoranti, piantagioni di tabacco, alcune azioni Apple e il museo Soumaya Museum, dedicato alla moglie.

Il secondo posto è occupato da Bill Gates, fondatore e presidente Microsoft, all’età di 53 anni si trova tra le mani un patrimonio stimato in 67 miliardi di dollari. Dopo aver fondato a soli 13 anni la Lakeside Programmers Group con alcuni amici, nel 1972 fondò una nuova società (sempre con un amico) la Traf-O-Data e nel 1975 la Microsoft; oltre all’azienda, ha dato vita con la moglie alla Bill&Melinda Gates Foundation che cerca di combattere l’AIDS e altre malattie.

Il terzo posto è occupato da Amancio Ortega il cui nome, se apparentemente sembra non “dire nulla”, in realtà è molto conosciuto tra le fashion victim che comprano regolarmente nei negozi Zara da lui fondati. Nato nel 1936, spagnolo, nel 2012 vantava un patrimonio pari a 37,5 miliardi di dollari, diventati 57 nel 2013. Dopo aver fondato Zara nel 1975, ha dato vita con la moglie il gruppo Inditex che oltre a Zara possiede un centinaio di aziende e i marchi Bershka, Stradivarius, Pull and Bear, Massimo Dutti, Oysho, Uterque.

Warren Buffet perde posizioni e scende dal podio; imprenditore ed economista classe 1930, ha visto il suo patrimonio passare dai 44 miliardi di dollari del 2012 ai 53,5 del 2013. Acquisisce alcune azioni della Berkshire Hathaway (oggi una delle più grandi holding al mondo) nel 1962 e, alcuni anni dopo ne prende il controllo; inizia poi ad acquisire aziende in vari settori e, tra queste la National Fire and Marine Insurance Company e la National Indemnity Company, una mossa che si rivelerà vincente. Filantropo, detsina molto denaro alla beneficienza e, tra le fondazioni che hanno potuto godere delle sue donazioni spicca la Bill&Melinda Gates Foundation.

Il quinto posto lo occupa Lawrence Ellison con un patrimonio stimato di 43 miliardi di dollari; 69 anni, è fondatore e proprietario della Oracle Corporation, distributrice del database Oracle e, dal 2010 è proprietario anche della Sun Mycrosistem ribattezzata, in seguito all’acquisizione, Oracle America, Inc.
Possiede diverse barche e aerei, amante del tennis ha acquisito l’organizzazione del torneo APT1000 del BNP Paribas Open dal 2009 fino al 2013.

A seguire si trova Charles de Ganahl Koch che vede il suo patrimonio valutato in 34 miliardi di dollari; Koch è azionista, presidente del consiglio di amministrazione e amministratore delegato della Koch Industries, impegnata nel settore petrolifero, energetico e altri settori. Il fratello, David H. Koch occupa il settimo posto con lo stesso patrimonio ed è co-proprietario e vice-presidente dell’azienda.

Ottavo è Li Ka-Shing con un patrimonio valutato di 31 miliardi di dollari; decimo uomo più ricco del mondo è amministratore delegato e maggior azionista della Cheung Kong Holding, costituita a sua volta da 10 compagnie. Nella sua vita un aspetto fondamentale è ricoperto dalla beneficienza, al punto da aver dato vita a una fondazione chiamata Li Ka-Shing.

Gli ultimi due posti sono stati assegnati a Liliane Bettencourt, proprietaria del 27,5% della L’Oréal (fondata dal padre Eugène Schueller nel 1907) e infine da Bernard Arnault, proprietario del gruppo LVMH.

1 commento:

Grazie per il tuo contributo. Tutti i commenti sono moderati e verranno pubblicati appena possibile.