....... ..........

BESTSELLER


venerdì 4 ottobre 2013

Cos'è il p/e di un'azione?


Il p/e (prezzo/utili) o price-earnings ratio di un’azione, è la risultante del rapporto tra il prezzo corrente dell’azione e gli utili attesi.

Nell’analisi finanziaria è uno dei principali elementi di cui tener conto, considerando però che alcuni elementi variabili possono modificarne la percezione; in caso di settori a elevata concorrenza, è naturale attendersi p/e bassi, in virtù del fatto che un maggior numero di concorrenti determina una frammentazione superiore degli utili. Nel calcolare il p/e è però sconsigliabile utilizzare il bilancio dell’anno precedente perché ormai “sorpassato”.

Un p/e pari a 10 è basso e indica il fatto che il titolo quota l’utile 10 volte mentre un p/e pari a 20 indica che l’utile è quotato 20 volte; rifacendosi al discorso precedente, il valore può essere legato al settore di appartenenza ma anche a una sottovalutazione o sopravvalutazione del titolo. Un p/e alto può essere tale non per motivi “oggettivi” ma semplicemente per il fatto che su quel titolo esistono aspettative che fanno prevedere un incremento degli utili e, di conseguenza, il mercato ripone in lui una certa fiducia ( p/e basso può invece essere sintomo di sfiducia con scarsa attesa di crescita degli utili da parte degli analisti).

Un p/e “medio”, che gravita attorno a 15 (con un intervallo di -5 e +5 quindi tra i 10 e i 20) è generalmente ritenuto buono, ottimo per un titolo appartenente a una società che ha utili costanti e non è considerata rischiosa dal mercato o, al contrario (per fare un esempio), sopravvalutata; un p/e basso non deve essere escluso a priori, non è necessariamente negativo perché potrebbe, al contrario, nascondere una buona prospettiva di crescita.

Il p/e rappresenta però anche un arco temporale (con un numero di anni variabile) ovvero, il tempo necessario perché gli utili corrispondano al prezzo dell’azione; in altre parole è l’indicatore di quanti anni sono stati impiegati per riuscire a recuperare l’investimento fatto.

Prima di acquistare titoli è sempre bene tenere a mente che il price-earnings ratio non è l’unico valore da prendere in considerazione, a meno di non voler rischiare un investimento sbagliato.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo contributo. Tutti i commenti sono moderati e verranno pubblicati appena possibile.